Festival della Canzone Italiana di Sanremo

Da WikiSpesa.
Share/Save/Bookmark

Festival della Canzone Italiana di Sanremo

Sanremo.png


Il Festival


Il Festival della Canzone Italiana di Sanremo, o più comunemente Festival di Sanremo, è una manifestazione di musica leggera ed è uno spettacolo televisivo prodotto dalla Rai.

Il Festival, giunto nel 2014 alla sessantaquattresima edizione, aveva originariamente luogo nel salone delle feste del Casinò di Sanremo ed il periodo di svolgimento cadeva intorno alla fine di gennaio, mentre dal 1977 (con esclusione dell'edizione del 1990) si svolge al Teatro Ariston della città ligure, in un periodo che, dal 1988, oscilla tra la metà di febbraio e l'inizio di marzo.

E' uno dei principali eventi mediatici italiani che annualmente innesca polemiche e discussioni pubbliche, in parte connesse alla conduzione e i meccanismi di selezione e voto degli artisti, in parte agli aspetti economici dell'evento con crescente attenzione e avversione dell'opinione pubblica verso la gestione finanziaria dello spettacolo televisivo.


L'indagine della Corte dei Conti sui bilanci in rosso


Nella Relazione sulla gestione Rai nel biennio 2011-2012 la Corte dei Conti ha preso in esame le spese del Festival. La magistratura contabile ha rilevato che tra il 2010 e il 2012 il passivo accumulato dalla Rai è stato di 20 milioni di euro. Il riferimento è alle edizioni condotte da Antonella Clerici e Gianni Morandi (bis): un saldo negativo di 7,8 milioni per il 2010, 7,5 per il 2011 e 4,8 per il 2012.

Lo squilibrio costi-ricavi è in miglioramento, dichiara la Corte dei Conti, che altresì sottolinea la necessità di proseguire nella razionalizzazione e "sostanziale riduzione" dei costi di produzione.


Costi


I costi di Sanremo 2011, pari a 20,565 milioni - si legge nella Relazione della Corte dei Conti- risultano sostanzialmente allineati con quelli del 2010 (20,594 milioni), mentre i ricavi crescono di 272mila euro (+2,1%), riducendo dunque il gap costi-ricavi diretti (-301mila euro). Nel 2012 i costi calano a 18,692 milioni (-1,873 milioni rispetto al 2011, -9.1%), mentre i ricavi crescono di 865mila euro (+6,6%): si abbassa dunque il differenziale tra costi e ricavi diretti, sceso di 2,738 milioni (da 7,543 a 4,805). Parallelamente agli ascolti che hanno registrato "picchi superiori al 60%", è stata "sensibile" la raccolta pubblicitaria, con ricavi "pari a 12,750 milioni per il 2010, 13,022 per il 2011 e 13,887 per il 2012".

La Corte ha passato in rassegna le singole voci di esborso per l'azienda: in particolare i costi esterni (come le "risorse artistiche e autorali") si sono attestati a 8,393 milioni nel 2011 e 8,223 nel 2012. Nel 2011 - il conduttore era Gianni Morandi - sono aumentati del 2.8% rispetto al 2010: a pesare maggiormente sono stati i costi per le "risorse artistico autorali" (+10,3%), specie per "coconduttori/cast fisso" (+743mila euro) e "conduzione/direzione artistica" (+331mila di euro), aumenti solo parzialmente compensati dalla riduzione delle spese per gli "ospiti" (-590mila euro).

Clerici.pngMorandi.png

Nel 2012 - quando si parlò, ma mai ufficialmente, di cachet da 800 mila euro per Morandi, mentre 700 mila andarono ad Adriano Celentano (devoluti poi in beneficenza) - i costi si sono ridotti (18,692 milioni rispetto a 20,565 milioni), mentre i ricavi da spot sono cresciuti di 865mila euro, dinamica che ha consentito un "netto miglioramento" del gap tra costi e ricavi (da -7,543 milioni a 4,805 milioni). Nel biennio analizzato, tuttavia, "l'andamento dei costi risulta ancora nettamente superiore ai ricavi pubblicitari, con negativi riflessi sul MOL aziendale". Di qui la necessità di "adeguate iniziative volte a conseguire una più significativa razionalizzazione dei costi".

Nel 2013 - non ancora monitorato dalla magistratura contabile - il Festival di Sanremo, con la conduzione di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, per la prima volta ha raggiunto il pareggio di bilancio: per un budget da 18 milioni (7 per la convenzione con il Comune di Sanremo, 11 di costi di produzione), gli introiti pubblicitari sono stati della stessa entità.


La risposta della RAI


La Rai ha risposto con una nota ufficiale alle osservazioni dell’organo di controllo delle spese pubbliche: «Il piano industriale 2013-2015, approvato dal Consiglio di amministrazione, sta andando proprio nella direzione auspicata dalla Corte dei conti, che nel suo documento fa riferimento alle gestioni amministrative del 2011 e del 2012. Nel 2013 sono stati conseguiti importanti risultati in termini di maggiori efficienze e di internalizzazione delle attività che troveranno evidenza nel bilancio 2013 in corso di formazione». Il direttore di Rai Uno Giancarlo Leone ha comunque difeso anche la gestione delle dizioni passate del Festival: «Il Festival rientra tra i programmi per cui è previsto il finanziamento dal canone. Quindi è improprio parlare di saldo negativo. Sanremo poi è un fiore all’occhiello, dà visibilità all’azienda, illumina e accende una rete: era considerato il costo fisiologico per un importante avvenimento televisivo che è nell’immaginario collettivo e serve da volano anche per promuovere altri programmi Rai». Però il vento è cambiato: «In tempo di crisi, l’attenzione ai costi è doverosa, per questo abbiamo apportato una manovra correttiva importante».


L'edizione 2014


L'andamento 'virtuoso' avviato nel 2013 è proseguito nell'edizione 2014, con costi stabili, 18 milioni, che come annunciato dal direttore di Rai1 sarebbero già stati coperti alcune settimane prima grazie a pubblicità e sponsor.


Fonti

http://www.forexinfo.it/Sanremo-2014-Festival-in-rosso-da

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2014/02/12/Sanremo-Corte-Conti-bacchetta-Rai-costi_10060588.html

http://www.wired.it/economia/business/2014/02/19/sanremo-bilancio/

http://www.corriere.it/spettacoli/14_febbraio_13/sanremo-tre-festival-rosso-rai-ha-perso-20-milioni-euro-788204ae-9479-11e3-af50-9dc536a34228.shtml

http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/sanremo-corte-dei-conti-ridurre-i-costi-festival-991726.html

http://www.liberoquotidiano.it/news/spettacoli/1402571/Sanremo-2014--la-Corte-dei-Conti---Ridurre-i-costi-del-Festival-.html

http://www.lastampa.it/2014/02/13/spettacoli/sanremo-la-corte-dei-conti-fa-ripartire-la-polemica-sui-compensi-dei-conduttori-CvExOSuC34RNIaedQVZeJM/pagina.html

http://www.repubblica.it/economia/2014/02/12/news/sanremo_corte_di_conti_costi-78380494/?ref=HREC1-4