Centro sportivo XXV Aprile (Milano)

Da WikiSpesa.
Share/Save/Bookmark

Il XXV Aprile è un centro sportivo polifunzionale (pista di atletica e 4 campi da tennis) gestito da Milanosport.

Nel 2009 il Coni ha stanziato 400mila euro [1] nel progetto di riqualificazione di: tribuna, spogliatoio, palestra polifunzionale e pista di atletica. Dopo la realizzazione e addirittura dopo l’inaugurazione della pista di atletica, la Federazione italiana di atletica leggera comunicò in una lettera a Milanosport che la pista non era omologabile, e di conseguenza non utilizzabile per le competizioni ufficiali. Il manto della nuova pista d' atletica a sei corsie del XXV Aprile, costata 130 mila euro, non aveva di fatto superato neppure una delle prove tecniche previste per la procedura di omologazione.

Milanosport S.p.A. aprì un contenzioso con le ditte responsabili della "non omologazione", Unieco e Biffi, la prima incaricata della fornitura del manto, la seconda della posa. Alcune ombre però sono comparse addirittura sulla stessa procedura di appalto, come testimonia un articolo apparso su Repubblica il 14 ottobre 2011 [2]. La società Mondo Rubber, arrivata seconda nella gara, ha presentato e vinto un ricorso al Tar contro Milanosport S.p.A, contestando il fatto che Unieco, l' azienda vincitrice dell' appalto che ha poi realizzato la pista, non avesse i requisiti previsti. Il tribunale ha condannato con sentenza definitiva Milanosport S.p.A. a risarcire la Mondo Rubber dei danni subiti.

Il manto della pista è ora stato ricoperto e a Novembre 2012, dopo quasi 3 anni di lavori, dovrebbe essere di nuovo aperta all’attività agonistica[3].