Pagina principale

Da WikiSpesa.
Share/Save/Bookmark
Benvenuto su WIKISPESA
Resta informato sugli sprechi in Italia

Regioni - Province - Comuni - Altri enti


Nord - Centro- Sud- Italia





Notizie home.jpg
Stonesromacop.png
Circo Massimo: Affitti per Eventi
Le amministrazioni pubbliche pagano affitti altissimi, ma capita che siano disponibili a fare forti sconti se si tratta di concedere in affitto i propri spazi. 7.934 euro è la cifra per la quale la giunta capitolina ha affittato l'intero Circo Massimo ai Rolling Stones. Una cifra irrisoria, se si considera che ospiti come la band britannico non hanno certo bisogno di prezzi di favore o omaggi del genere, non graditi ai cittadini. Ne è nata una polemica che ha fatto emergere una situazione di gestione inefficiente del patrimonio pubblico difficilmente giustificabile dalla considerazione del sindaco: "Roma ha circa 60 mila persone oltre ai 10-20 mila romani che sono venuti per questo evento. Persone che sono andate in albergo, ristoranti, che hanno preso un taxi, un gelato e hanno determinato un guadagno per la città di 25 milioni di euro in un giorno". Ma se i cittadini ne hanno giovato, perché non anche il Comune data la situazione finanziaria in cui si trova?


Anascop.jpg
ANAS Spa
"L'autostrada Salerno-Reggio Calabria negli anni è costata più della sonda spaziale Curiosity, ma c'è una differenza che la sonda è andata nello Spazio invece la Salerno-Reggio no... La sonda l'ha creata la Nasa mentre l'autostrada l'Anas, c'è una differenza di una sola vocale, eppure è tutta un'altra cosa" (Matteo Renzi).

Il Presidente del Consiglio insieme al Ministro per le Infrastrutture Graziano Delrio stanno cercando di passare dalle battute ai fatti, ma non è semplice quando si tratta di un vero e proprio centro di potere pubblico come l'ANAS.

Dopo aver ottenuto le dimissioni di Pietro Ciucci da presidente, il governo deve affrontare la riforma di una struttura in realtà ancora gestita un'ampia dirigenza nominata dell'ex presidente, non esattamente secondo criteri di competenza e responsabilità gestionale a giudicare dai continui cedimenti stradali e dall'inefficienza dell'ente. Eppure quella di ANAS è un'attività di fondamentale importanza per la garanzia della sicurezza a tutela dei cittadini come automobilisti, prima che contribuenti


Agenziademanio.png
Locazioni Passive delle Pubbliche Amministrazioni
Nella sezione "Razionalizzazione Utilizzo Immobili" del rapporto Cottarelli, del quale si è tornato a parlare a seguito dall'annunciata spending review, emerge che soltanto il 60 per cento degli immobili utilizzati dalla Pubblica Amministrazione è di proprietà. Per i restanti lo Stato paga un canone di locazione annua a privati, per un costo di 1,215 miliardi di euro, per uffici, scuole e varie sedi.

Eppure il patrimonio immobiliare di proprietà dello Stato centrale ammonta a 62 miliardi di euro, che diventano 368 miliardi se si considerano le proprietà di Regioni, Province e Comuni. Seguendo l'esecuzione prevista dal piano di Cottarelli gli immobili utilizzati dallo Stato si dovrebbero ridurre del 20 per cento, mentre i costi sarebbero abbattuti del 30 per cento, grazie anche all’accorpamento di alcuni servizi che sarebbero gestiti in comune tra i diversi rami della pubblica amministrazione.

Su WikiSpesa viene recuperato il documento elaborato dall'ex commissario, per verificare se il piano di spending review prossimo ad essere presentato includerà la revisione di una voce di spesa non trascurabile come quella relativa all'utilizzo degli immobili


Italiait3.png
Portale Italia.it
Il fatto che non siano più giunte notizie su come saranno spesi i 5 milioni di euro per la promozione di VeryBello.it (http://www.wikispesa.it/VeryBello.it) è preoccupante, soprattutto se si considera il precedente che la nuova iniziativa digitale del governo non può che evocare: il portale Italia.It. La missione era la stessa («vendere la bellezza italiana e attrarre turisti da tutto il mondo») ma il portale è stato fallimentare con uno spreco di risorse che dura dal 2003: "per fortuna" sembra giunto alla fine a seguito delle recenti dimissioni della redazione che da alcuni mesi non riceveva lo stipendio. Ma come sono stati spesi allora i 35 milioni di euro stanziati? Ovvero, come evitare di spenderne ulteriori per nuovi investimenti "strategici", un termine ricorrente nella storia di annunci e proclami di Italia.it
Nuovo articolo.jpg
INSERISCI NUOVO ARTICOLO


Ultime notizie.jpg
ULTIME NOTIZIE


Realizzazione a cura di AlfaPi
Licenzacc.png Quest'opera è distribuita con Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported